Lo specchio di Caino. (Italian Edition)


Un romanzo cupo e visionario che, sullo sfondo di una guerra apocalittica, intesse una storia complessa di violenza e amore, ambizione superomistica e redenzione.
In un futuro deformato dalla prospettiva, in una città occupata si incrociano i destini foschi e cruenti, di Giovanni Creso – un padre che prova a difendere quanto ha di più prezioso al mondo, la moglie e la figlia – di sua figlia Agape, di Cordingly – un militare venuto in contatto con una forza ultraterrena e di Vathek – un’oscura, ambigua e estremamente potente divinità sumera, decisa a ergersi a nuovo creatore dell’universo.

Un romanzo potente, ispirato, consapevole che si confronta con generi letterari come fantascienza, horror, il New Weird e il gotico. Un testo che rimanda, vista la forte impronta italiana, a quella galassia di narrazioni conosciuta come New Italian Epic – nel suo versante più cupo e truce, al limite del pulp.

Il romanzo si apre su uno scenario di desolazione, su un panorama che è già, di per sé, postapocalittico, ma, in seguito, riesce a inanellare un’incredibile serie di orrori che lo precipitano in una sorta di livido incubo.